Logo

Artisti

Giulio Casale (foto di Marco Olivotto)

Giulio Casale

Dal 2016 seguiamo Giulio Casale nella comunicazione e nel management. Abbiamo organizzato per lui diversi concerti in locali e festival, gestendo anche la comunicazione dell’inaspettata reunion degli Estra a Vascon avvenuta nel giugno 2017 sotto falso nome. Di Giulio abbiamo co-prodotto il nuovo album, la cui pubblicazione è prevista per il mese di gennaio 2019. (Foto: Marco Olivotto)

Giulio Casale (foto di Marco Olivotto)

Gianni Maroccolo

Abbiamo collaborato a vari livelli con Gianni Maroccolo, soprattutto nel contesto del tour “Nulla è andato perso”, che ha attraversato l’Italia tra il 2016 e il 2018. Abbiamo ricoperto ruoli a cavallo tra comunicazione e management, realizzando anche l’artwork del monumentale album dal vivo pubblicato nel 2017. Attualmente coordiniamo comunicazione e immagine del nuovo progetto discografico di Gianni, denominato “Alone”, la cui uscita è prevista per il mese di dicembre 2018. (Foto: Antonio Viscido)

Giulio Casale (foto di Marco Olivotto)

Deproducers

Dopo avere collaborato in maniera informale con lo straordinario collettivo formato da Vittorio Cosma, Gianni Maroccolo, Max Casacci e Riccardo Sinigallia, dal mese di settembre 2018 ricopriamo ufficialmente il ruolo di agenzia di comunicazione per i social e il web. Abbiamo realizzato il nuovo sito web dedicato ai progetti del gruppo e creiamo autonomamente i contenuti della comunicazione sui social. (Foto: Lorenza Daverio)

Giulio Casale (foto di Marco Olivotto)

L’era dell’ippopotamo bianco

L’occasione fu un incontro con Gianni Maroccolo richiesto dall’associazione di promozione sociale Uglydogs di Bassano del Grappa. Marco Olivotto e Gianni Maroccolo, dovendo parlare di musica a tutto tondo, si resero conto che le parole avrebbero potuto essere limitanti, e coinvolsero Andrea Chimenti. La serata svoltasi nel mese di novembre 2017 fu così positiva che i tre decisero di portare avanti il progetto sotto il curioso nome de “L’era dell’ippopotamo bianco”: una strizzata d’occhio al Maestro Franco Battiato e ai suoi cinghiali, ma anche la volontà di negare il momento di stagnazione fangosa che immobilizza la nostra cultura e i nostri entusiasmi artistici. moonmusic gestisce il progetto in toto, dal management alla comunicazione, passando per il booking. (Foto: Sofia Bucci)